Lepanthes dubbeldamii

Famiglia : Orchidaceae


Testo © Pietro Puccio

 

Lepanthes dubbeldamii, Orchidaceae

La Lepanthes dubbeldamii è un’orchidea miniatura epifita del Venezuela, dove cresce nella foresta umida intorno a 1800 m di altitudine. I fusti hanno una sola foglia © Giuseppe Mazza

La specie è originaria del Venezuela dove cresce sugli alberi della foresta umida intorno a 1800 m di altitudine.

L’etimologia del nome generico non è stata specificata dall’autore, secondo alcuni è la combinazione dei sostantivi greci “λεπίς” (lepis) = scaglia e “άνθος” (anthos) = fiore, con riferimento alla forma del fiore di molte specie. Altri ritengono derivi da “λέπος” (lepos) = corteccia e “άνθος” (anthos) = fiore, dato che le piante del genere vivono sulla corteccia degli alberi. Il nome specifico è dedicato al suo scopritore, l’olandese Piet Dubbeldam.

Lepanthes dubbeldamii, Orchidaceae

L’infiorescenza racemosa reca minuscoli fiori che si aprono in successione © Giuseppe Mazza

La Lepanthes dubbeldamii B.T.Larsen (2014) è una specie epifita cespitosa con corto rizoma e fusti eretti sottili, alti 5-8 cm, ricoperti da guaine che terminano con una espansione imbutiforme obliqua ovato-acuminata con margine minutamente ciliato.

I fusti sono provvisti all’apice di un’unica foglia ovata con apice lungamente acuminato, di 2,8-4,5 cm di lunghezza e 1,4-3,8 cm di larghezza.

Infiorescenze racemose, su un peduncolo lungo 3-6 cm, inizialmente erette poi ricurve, portanti numerosi fiori distici lungo il rachide che si aprono in successione, posti a distanza decrescente verso l’apice su un pedicello e ovario lungo circa 4 mm.

Sepalo dorsale ovato-triangolare con apice acuminato, unito alla base ai sepali laterali, lungo circa 4 mm e largo 3 mm, sepali laterali ovati con apice acuminato, lunghi circa 3 mm e larghi 2 mm, uniti alla base per circa metà della loro lunghezza, semitrasparenti, di colore rosato.

Petali trasversalmente bilobati, lunghi circa 0,4 mm e larghi 2,5 mm, con lobo superiore con apice troncato e lobo inferiore oblungo con apice ottuso, di colore rosso. Labello bilaminato di colore rosso con lamine oblunghe con apice arrotondato, di circa 1 mm di lunghezza e 1,5 mm di larghezza, fittamente pubescente sotto la colonna e con una corta appendice pubescente ricurva.

Si riproduce per seme, in vitro, e per divisione con ciascuna sezione provvista di almeno 3-4 fusti.

Orchidea miniatura dalla fioritura che si protrae per un lungo periodo, richiede una esposizione semiombreggiata, temperature intermedie, elevata umidità ambientale e costante movimento dell’aria.

Le innaffiature devono essere regolari in modo da mantenere il substrato permanentemente umido, ma senza ristagni che possono provocare marciumi, utilizzando acqua piovana, demineralizzata o da osmosi inversa. Può essere montata su pezzi di corteccia o zattere di sughero o di radici di felci arborescenti rivestiti di uno strato di sfagno per mantenere l’umidità alle radici, o coltivata in vasi o canestri con composto drenante costituito da frammenti di corteccia (bark) di fine pezzatura, carbone vegetale e inerti con aggiunta di sfagno.

La specie è iscritta nell’appendice II della CITES (specie per la quale il commercio è regolamentato a livello internazionale).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle ORCHIDACEAE e trovare altre specie, cliccare qui.