Pomatocalpa kunstleri

Famiglia : Orchidaceae


Testo © Pietro Puccio

 

Pomatocalpa kunstleri, Orchidaceae

Orchidea epifita del Sud-Est asiatico, il Pomatocalpa kunstleri ha grandi foglie ed un solido fusto eretto di 10-40 cm © Giuseppe Mazza

La specie è originaria del Borneo, Filippine, Giava, Malaysia, Molucche, Nuova Guinea, Thailandia e Vanuatu dove vive nelle foreste umide dal livello del mare fino a circa 1000 m di altitudine.

Il nome del genere è la combinazione dei sostantivi greci “πῶμα, τος” (poma, tos) = coperchio e “καλπίς, ίδος” (kalpis, idos) = urna, vaso, con riferimento al labello saccato; il nome specifico ricorda l’esploratore e raccoglitore tedesco Herman H. Kunstler (1837-1887).

Il Pomatocalpa kunstleri (Hook.f.) J.J.Sm. (1912) è una specie epifita monopodiale con fusto eretto, lungo 10-40 cm, robusto, interamente ricoperto dalle basi fogliari imbricate da cui si dipartono le radici aeree.

Le foglie sono alterne, distiche, nastriformi con apice irregolarmente bilobato, spesse, lunghe 15-30 cm e larghe 2,5-5 cm, di colore verde intenso.

Le infiorescenze, su un robusto peduncolo, lungo 10-40 cm, sono pannocchie ascellari erette o pendenti, lunghe 10-45 cm, con rachide pubescente e fino ad 8 ramificazioni distanziate, leggermente ricurve, portanti numerosi minuscoli fiori, circa 6 mm di diametro, ravvicinati, bianco violacei con strisce più scure su sepali e petali; pedicello e ovario hanno una lunghezza di circa 2 mm.

Sepalo dorsale oblungo con apice ottuso o acuto, lungo 3,5-6 mm e largo 1,5 mm, sepali laterali liberi obovati con apice ottuso o acuto, falcati, lunghi 3-4,5 mm e larghi 1,5 mm.

Petali liberi da lineari a spatolati con apice ottuso o acuto, lunghi 3,5-6 mm e larghi circa 1 mm, labello trilobato saccato, lungo circa 3,5 mm, con lobi laterali eretti pressoché squadrati, lunghi circa 1 mm e larghi 1,5 mm, e lobo mediano linguiforme, lungo circa 1,5 mm e largo 0,5-1 mm.

Si riproduce per seme, in vitro, ma solitamente si propaga dividendo il fusto in due porzioni provviste ciascuna di un numero sufficiente di foglie e radici, la parte superiore va trattata come una pianta adulta, la parte inferiore, posta in un ambiente con elevata temperatura e umidità, produrrà dalle gemme dormienti una o più piante che potranno essere asportate non appena avranno formato un loro apparato radicale.

Pomatocalpa kunstleri, Orchidaceae

Le infiorescenze, su un robusto peduncolo, durano diversi mesi e possono raggiungere i 45 cm con anche 8 ramificazioni ricurve © Giuseppe Mazza

Orchidea miniatura di facile coltivazione dalla fioritura che si protrae per diversi mesi, si adatta sia a serre intermedie che calde con elevata umidità, 70-80 %, ventilate, posta in posizione luminosa, ma non al sole diretto.

Può essere montata su rami, pezzi di corteccia o zattere di vario tipo rivestiti di sfagno, o coltivata in vaso utilizzando un composto drenante e aerato che può essere costituito da frammenti di corteccia (bark) di media pezzatura e carbone con aggiunta di sfagno.

Pomatocalpa kunstleri, Orchidaceae

Minuscoli fiori ravvicinati, larghi circa 6 mm, bianco violacei con strisce più scure su sepali e petali. Coltura facile © Giuseppe Mazza

Innaffiature regolari, ma senza ristagni per evitare marciumi radicali, utilizzando acqua piovana, demineralizzata o da osmosi inversa.

La specie è iscritta nell’appendice II della CITES (specie per la quale il commercio è regolamentato a livello internazionale).

Sinonimi: Cleisostoma kunstleri Hook.f. (1894); Saccolabium pubescens Ridl. (1896); Saccolabium leucanthum Schltr. (1905); Pomatocalpa leucanthum (Schltr.) Schltr. (1913); Pomatocalpa merrillii Schltr. (1913).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle ORCHIDACEAE e trovare altre specie, cliccare qui.

error: Content is protected !!