Lepanthopsis prolifera

Famiglia : Orchidaceae


Testo © Pietro Puccio

 

Lepanthopsis prolifera, Orchidaceae

La Lepanthopsis prolifera è un’orchidea miniatura nativa delle umide foreste della Colombia © Giuseppe Mazza

La specie è originaria della Colombia (Norte de Santander) dove cresce nelle foreste umide tra 1800 e 2200 m di altitudine.

Il nome generico è la combinazione di Lepanthes e del sostantivo greco “ὄψις“ (opsis) = aspetto, con riferimento alla somiglianza delle specie a quelle del genere citato. Il nome specifico è l’aggettivo latino “proliferus, a, um” = prolifero, con ovvio riferimento.

La Lepanthopsis prolifera Garay (1954) è una specie epifita con sottili fusti ricoperti da guaine tubolari con apice dilatato, obliquo e con margini ciliati, simili a quelle delle Lepanthes, lunghi 4-14 cm, con all’apice un’unica foglia ellittica con apice acuto, coriacea, lunga 1-1,8 cm e larga 0,4-0,7 cm.

Infiorescenze, su un peduncolo lungo 1-2 cm, racemose, lunghe circa 1 cm, portanti numerosi fiori accostati che si aprono contemporaneamente di colore rosso porpora.

Sepalo dorsale ovato-ellittico con apice acuto, lungo 2,5 mm e largo 1,2 mm, sepali laterali ovato-ellittici con apici acuti sovrapposti, uniti alla base per circa un terzo della loro lunghezza, lunghi 2,5 mm e larghi 0,8 mm, petali ovati con apice ottuso, lunghi 0,8 mm e larghi 0,6 mm, labello trilobato lungo 1 mm e largo 1,3 mm.

Si riproduce per seme, in vitro, e per divisione con ciascuna sezione provvista di almeno 3-4 fusti.

Orchidea miniatura, rara in coltivazione, che accestisce velocemente, da coltivare in serra fredda in posizione semiombreggiata con umidità elevata, 65-80 %, e costante movimento dell’aria. Viene solitamente montata su pezzi di corteccia o zattere di sughero o di radici di felci arborescenti, con sfagno alla base per mantenere l’umidità alle radici.

Le innaffiature devono essere regolari in modo da mantenere costantemente umido il substrato, ma senza ristagni, che possono causare marciumi, utilizzando acqua piovana, da osmosi inversa o demineralizzata.

Lepanthopsis prolifera, Orchidaceae

Rara in coltivazione, accestisce velocemente. Infiorescenze minuscole con sepali di 2,5 mm e labello trilobato largo appena 1,3 mm © Giuseppe Mazza

Concimazioni opportunamente distanziate e intervallate alle innaffiature, in modo da evitare accumulo di sali alle radici, utilizzando un prodotto specifico per orchidee a ¼ della dose indicata sulla confezione.

La specie è iscritta nell’appendice II della CITES (specie per la quale il commercio è regolamentato a livello internazionale).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle ORCHIDACEAE e trovare altre specie, cliccare qui.