Bodianus opercularis

Famiglia : Labridae

PEPPINO.gif
Testo © Giuseppe Mazza

 

Bodianus opercularis, Labridae

Caratterizzato da 3 vistose linee longitudinali rosse e una macchia nera sull’opercolo, il Bodianus opercularis è presente nel Mar Rosso e l’Oceano Indiano © Giuseppe Mazza

Il Bodianus opercularis (Guichenot, 1847) appartiene alla classe degli Actinopterygii, i pesci con le pinne raggiate, all’ordine dei Perciformes ed alla famiglia dei Labridae, pesci spesso variopinti che contano 71 generi e 549 specie.

Il nome del genere Bodianus, assegnato a circa 30 specie, deriva dal termine portoghese “bodiano, pudiano” = pudore, per il capo spesso arrossato, quasi per pudore, frequente in questi pesci. Il termine specifico opercularis ricorda in latino la caratteristica macchia nera sull’opercolo.

Zoogeografia

Il Bodianus opercularis vive, partendo dal Mar Rosso, nelle acque tropicali dell’Oceano Indiano. È presente lungo le coste della Somalia e del Kenya fino al Madagascar, Riunione, Mauritius e poi raggiunge, verso Est, l’Isola di Natale.

Ecologia-Habitat

Nuota in acque relativamente profonde, a 35-75 m, muovendosi sui fondali detritici, accanto a strapiombi, sul lato esterno dei reef.

Bodianus opercularis, Labridae

Non più lungo di 18 cm vive a profondità relativamente elevate, fra i 35-75 m, dove il colore fiammeggiante della livrea sfuma rapidamente al nero © Giuseppe Mazza

Morfofisiologia

Può raggiungere i 18 cm di lunghezza, ma gli esemplari pescati per il mercato acquariologico sono in genere molto più piccoli. Il corpo, esile e allungato, ha un muso appuntito con canini sporgenti per afferrare il cibo negli anfratti.

La pinna dorsale reca 12 raggi spinosi e 9-10 molli; l’anale, più corta, 3 raggi spinosi e 12 inermi. Tutte le altre pinne sono inermi con 17 raggi per le pettorali; la coda è più o meno troncata.

La livrea mostra 3 linee longitudinali rosse su fondo bianco. La prima orna il dorso, la seconda, che raggiunge la parte centrale della coda, ingloba l’occhio dall’iride ugualmente rossa, e la macchia nera sull’opercolo; la terza precede il bianco del ventre. Ed anche le pinne, eccetto le pettorali trasparenti, mostrano l’alternarsi di queste vistose bande parallele. Colori poi di fatto mimetici perché più si scende, alle profondità in cui vive, il rosso tende rapidamente al nero.

Etologia-Biologia Riproduttiva

Il Bodianus opercularis si nutre di tutti i piccoli animali bentonici che trova nuotando fra i coralli.

Bodianus opercularis, Labridae

Si nutre di piccoli organismi bentonici. Pagato a prezzi folli per gli acquari domestici, il Bodianus opercularis non è fortunatamente una specie a rischio © Giuseppe Mazza

Non si sa molto su questa specie attualmente oggetto di studi e revisioni tassonomiche con analoghe specie dell’Oceano Pacifico, come il Bodianus neopercularis dell’Atollo di Kwajalein e delle Isole Marshall, il Bodianus sanguineus frequente alle Hawaii, o il Bodianus tanyokidus presente alle Isole Comore e Mauritius fino al sud del Giappone. Differenze spesso minime, fino al punto di contare le minuscole squame della linea laterale, mentre alcuni studiosi parlano di sinonimi. Il pur simile Bodianus sepiacaudus si distingue almeno per la colorazione molto scura del peduncolo e della pinna caudale.

Non ci sono nozze di gruppo e le coppie di Bodianus opercularis abbandonano le uova fecondate alle correnti.

Pescato in pratica solo per gli acquari domestici, con prezzi superiori ad alcune centinaia di euro a pesciolino, vista la non facile reperibilità, è una specie dalla buona resilienza con possibile raddoppio degli effettivi in meno di 15 mesi. Oggi, nel 2020, l’indice di vulnerabilità è molto basso, segnando appena 27 su una scala di 100.

Sinonimi

Cossyphus opercularis Guichenot, 1847; Trochocopus opercularis (Guichenot, 1847); Cheiliopsis bivittatus Steindachner, 1863.

 

→ Per nozioni generali sui pesci vedere qui.

→ Per apprezzare la biodiversità degli Osteichthyes, i PESCI OSSEI, e trovare altre specie, cliccare qui.

error: Content is protected !!