Lepanthes telipogoniflora

Famiglia : Orchidaceae


Testo © Pietro Puccio

 

Lepanthes telipogoniflora, Orchidaceae

La Lepanthes telipogoniflora è un’epifita cespitosa della Colombia con corto rizoma e fusti eretti, alti circa 1 cm © Giuseppe Mazza

La specie è originaria della Colombia (Risaralda) dove cresce nella foresta umida tra 500 e 1200 m di altitudine, in un clima caratterizzato da temperature mediamente elevate e alta piovosità distribuita nell’arco dell’anno.

L’etimologia del nome generico non è stata specificata dall’autore, secondo alcuni è la combinazione dei sostantivi greci “λεπίς” (lepis) = scaglia e “άνθος” (anthos) = fiore, con riferimento alla forma del fiore di molte specie. Altri ritengono derivi da “λέπος” (lepos) = corteccia e “άνθος” (anthos) = fiore, dato che le piante del genere vivono sulla corteccia degli alberi. Il nome specifico è la combinazione del nome del genere Telipogon e del sostantivo latino “flos, -oris” = fiore, per la somiglianza dei fiori.

La Lepanthes telipogoniflora Schuit. & A.de Wilde (1996) è una specie epifita cespitosa con corto rizoma e fusti eretti, alti circa 1 cm, ricoperti da guaine che terminano con una espansione imbutiforme ovato-acuminata con margine microscopicamente ciliato.

I fusti sono provvisti all’apice di un’unica foglia ellittica con apice ottuso, di circa 1 cm di lunghezza e 0,7 cm di larghezza.

Infiorescenze racemose, su un peduncolo lungo 1-1,5 cm, con fiori che si aprono singolarmente in successione, pressoché circolari, di 1-1,4 cm di diametro, con pedicello e ovario di 3-4 mm di lunghezza.

Sepali trasversalmente ellittici con apice bruscamente acuto, uniti per quasi tutta la loro lunghezza, pressoché uguali, di circa 0,7 cm di lunghezza e 1 cm di larghezza, esternamente con 3 creste in ciascun sepalo, di colore arancio luminoso con margini gialli. Petali trilobati, di circa 1 mm di larghezza, di colore arancio, labello trilobato con lobo mediano caudato, lungo 2-3 mm, pubescente, di colore rosso porpora e colonna, lunga circa 2 mm, di colore rosso porpora.

Si riproduce per seme, in vitro, e per divisione con ciascuna sezione provvista di almeno 3-4 fusti. Orchidea miniatura dai caratteristici fiori relativamente grandi per le Lepanthes, più grandi delle stesse foglie, divenuta in breve tempo popolare presso i collezionisti di questo genere, richiede una posizione semiombreggiata, temperature medio-alte, con minime notturne non inferiori a 15 °C, umidità costantemente elevata, intorno al 70 % per le piante in vaso, 80 % o più per quelle montate, e continua leggera ventilazione.

Lepanthes telipogoniflora, Orchidaceae

Orchidea miniatura molto popolare fra i collezionisti per le infiorescenze racemose con insoliti fiori di 1-1,4 cm di diametro, pressoché circolari, più grandi delle foglie © Giuseppe Mazza

Può essere montata su pezzi di corteccia o zattere di sughero o di radici di felci arborescenti, con sfagno alla base per mantenere l’umidità alle radici, oppure coltivata in piccoli vasi con composto drenante che può essere costituito da frammenti di corteccia (bark) di fine pezzatura, carbone vegetale e inerti con aggiunta di sfagno. Innaffiature abbondanti e regolari durante l’anno, non avendo un periodo di riposo, ma senza ristagni, che possono causare facilmente marciumi radicali, utilizzando acqua piovana, da osmosi inversa o demineralizzata. Concimazioni opportunamente distanziate e intervallate da innaffiature, in modo da evitare accumulo di sali alle radici, particolarmente sensibili, con un prodotto specifico per orchidee a ¼ o meno della dose indicata sulla confezione.

La specie è iscritta nell’appendice II della CITES (specie per la quale il commercio è regolamentato a livello internazionale).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle ORCHIDACEAE e trovare altre specie, cliccare qui.