La Sala Garnier dell’Opéra di Monte-Carlo: Falstaff e La Bohème
 

Panoramiche e foto giganti visionabili a 3 livelli d’ingrandimento

© Dr. Giuseppe Mazza

 

Vietata la riproduzione anche parziale delle foto senza il permesso scritto dell’autore

 
Ingresso principi Opera di Montecarlo, Principato Monaco

Ingresso dell’Opera di Montecarlo riservato ai Principi

Sala Garnier dell'Opera di Monte Carlo, Principato di Monaco

La Sala Garnier dell’Opera di Monte Carlo, costruita in appena 8 mesi da 400 operai che si alternavano giorno e notte, è dal 1879 la sede di prestigiose rappresentazioni.

Sala Garnier dell'Opera di Monte Carlo, Principato di Monaco

Il soffitto della Sala Garnier dell’Opera di Montecarlo

Sala Garnier dell'Opera di Monte Carlo, Principato di Monaco

Quattro grandi statue della “Renommée” di Jules Thomas ornano le pareti della Sala Garnier dell’Opera di Montecarlo.

Sala Garnier dell'Opera di Monte Carlo, Principato di Monaco

Affresco “La Musica” di Boulanger, nella Sala Garnier sopra alla scena dell’Opera di Montecarlo.

Sala Garnier dell'Opera di Monte Carlo, Principato di Monaco

Affresco “Il Canto e l’Eloquenza” di Feyin Perrin, sopra alla loggia principesca nella Sala Garnier dell’Opera di Montecarlo.

Sala Garnier dell'Opera di Monte Carlo, Principato di Monaco

Affresco “La Commedia” di Lix, su una parete della Sala Garnier dell’Opera di Montecarlo

Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff”, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff” con musiche di Giuseppe Verdi. Il libretto di Arrigo Boito è tratto da “Le allegre comari di Windsor” di Shakespeare e in parte da Enrico IV – Direttore d’orchestra: Gianluigi Gelmetti – Regia: Jean-Louis Grinda – Scenario: Rudy Sabounghi – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Sir John Falstaff vive d’espedienti alla Taverna della Giarrettiera. Un tempo donnaiolo famoso, per riempire la pancia non esita a sedurre le ricche signore di Windsor, e incarica in malo modo i servitori Bardolph e Pistol di portare due lettere d’amore identiche, salvo il nome del destinatario, a Meg Page (Annunziata Vestri) e Alice Ford (Aga Mikolaj), a destra della scena, che sono amiche e fanno il bucato con Quickly (Mariana Pentcheva) e la figlia dei Ford Nannetta (Valérie Condoluci). Queste, al tempo stesso divertite e indignate, decidono di dare allo scellerato una lezione.

Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff”, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff” con musiche di Giuseppe Verdi. Il libretto di Arrigo Boito è tratto da “Le allegre comari di Windsor” di Shakespeare e in parte da Enrico IV – Direttore d’orchestra: Gianluigi Gelmetti – Regia: Jean-Louis Grinda – Scenario: Rudy Sabounghi – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Anche gli uomini, da sinistra il Dr. Cajus (Enrico Facini), il Signor Ford (Fabio Capitanucci), Bardolph (Rodolphe Briant) e Pistol (Wojtek Smilek), organizzano una vendetta. Il primo era stato derubato da Falstaff, e il secondo ha appena appreso da quest’ultimi, licenziati in malo modo, che il padrone ha scritto un’infuocata lettera alla moglie. Sullo sfondo le allegre comari continuano il bucato mentre entra in scena, a destra, Fenton (Florian Laconi) innamorato di Nannetta.

Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff”, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff” con musiche di Giuseppe Verdi. Il libretto di Arrigo Boito è tratto da “Le allegre comari di Windsor” di Shakespeare e in parte da Enrico IV – Direttore d’orchestra: Gianluigi Gelmetti – Regia: Jean-Louis Grinda – Scenario: Rudy Sabounghi – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Alla Taverna della Giarrettiera Sir John Falstaff (Bryn Terfel) riceve prima la visita di Quickly, che reca un messaggio d’Alice che l’aspetta a casa sua, dalle due alle tre, quando il marito non c’è. È un tranello ordito per ridicolizzarlo dalle allegre comare. Poi giunge il Signor Ford (Fabio Capitanucci), che si presenta col falso nome di Mastro Fontana, per mettere in atto la vendetta degli uomini.

Gli racconta che è innamorato di Alice, ma che non riesce a sedurla perché è un modello di fedeltà. Se in cambio di un sacchetto di monete sonanti Falstaff riuscirà a scalfirne la virtù, poi lui troverà la strada spianata.

Con una stretta di mano Falstaff accetta la proposta, e mentre va a vestirsi per l’incontro galante, racconta al benefattore che ha già ricevuto un invito in merito dalla Signora Ford, fra le due e le tre, quando il marito non c’è. Inutile dire che il Signor Ford, all’oscuro della trama ordita dalle dame, è preda prima della disperazione e poi della rabbia. Si lasciano allegramente, ma lui non vede l’ora di sorprendere a casa sua l’adulterio per sgozzare il colpevole.

Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff”, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff” con musiche di Giuseppe Verdi. Il libretto di Arrigo Boito è tratto da “Le allegre comari di Windsor” di Shakespeare e in parte da Enrico IV – Direttore d’orchestra: Gianluigi Gelmetti – Regia: Jean-Louis Grinda – Scenario: Rudy Sabounghi – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

In casa Ford nel frattempo le comari ricevono Quickly (Mariana Pentcheva), a sinistra, che le invita a prepararsi perché Falstaff è caduto nel tranello. Al centro Nannetta (Valérie Condoluci) piange, perché il padre vuole farle sposare il Dr. Cajus, mentre lei è innamorata di Fenton. La madre Alice Ford (Aga Mikolaj), a destra, le promette il suo appoggio.

Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff”, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff” con musiche di Giuseppe Verdi. Il libretto di Arrigo Boito è tratto da “Le allegre comari di Windsor” di Shakespeare e da in parte Enrico IV – Direttore d’orchestra: Gianluigi Gelmetti – Regia: Jean-Louis Grinda – Scenario: Rudy Sabounghi – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Alice Ford (Aga Mikolaj) apetta al centro della scena Sir John Falstaff (Bryn Terfel) che esce trionfante dal libro della storia.
Ma il suo corteggiamento è di breve durata, perchè arrivano le comari spaventate con la notizia che il Signor Ford sta arrivando con una squadra punitiva formata dal Dr. Cajus, Bardolph, Pistol, Fenton ed altri vicini di casa.

Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff”, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff” con musiche di Giuseppe Verdi. Il libretto di Arrigo Boito è tratto da “Le allegre comari di Windsor” di Shakespeare e da in parte Enrico IV – Direttore d’orchestra: Gianluigi Gelmetti – Regia: Jean-Louis Grinda – Scenario: Rudy Sabounghi – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Falstaff (Bryn Terfel) si nasconde dietro un paravento a sinistra, mentre il Signor Ford (Fabio Capitanucci) lo cerca inferocito nel cestone della biancheria sporca. Dopo aver buttato inutilmente all’aria i panni, corre a cercarlo nelle altre stanze, mentre Meg, fingendosi sorpresa di vederlo, lo fa nascondere nella cesta, già esplorata, sotto la biancheria puzzolente.

Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff”, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff” con musiche di Giuseppe Verdi. Il libretto di Arrigo Boito è tratto da “Le allegre comari di Windsor” di Shakespeare e da in parte Enrico IV – Direttore d’orchestra: Gianluigi Gelmetti – Regia: Jean-Louis Grinda – Scenario: Rudy Sabounghi – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Il Signor Ford ritorna in scena con la squadra. Hanno esplorato tutta la casa e non c’è. Non può che essere dietro il paravento. Il Dr. Cajus lo apre, e con grande sorpresa sua e del padre inferocito, scoprono Nannetta (Valérie Condoluci) e Fenton (Florian Laconi) abbracciati. Approfittando della confusione, si erano infatti appartati per baciarsi. Fenton scappa e il paniere della biancheria viene gettato nel Tamigi.

Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff”, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff” con musiche di Giuseppe Verdi. Il libretto di Arrigo Boito è tratto da “Le allegre comari di Windsor” di Shakespeare e da in parte Enrico IV – Direttore d’orchestra: Gianluigi Gelmetti – Regia: Jean-Louis Grinda – Scenario: Rudy Sabounghi – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Sir John Falstaff (Bryn Terfel) mezzo affogato e sporco, con ancora il ricordo della cocente sventura, si riprende bevendo alla taverna.

Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff”, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff” con musiche di Giuseppe Verdi. Il libretto di Arrigo Boito è tratto da “Le allegre comari di Windsor” di Shakespeare e da in parte Enrico IV – Direttore d’orchestra: Gianluigi Gelmetti – Regia: Jean-Louis Grinda – Scenario: Rudy Sabounghi – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Entra di nuovo in scena Quickly (Mariana Pentcheva) che d’accordo con le comari vuole rincarare la dose. Gli porta un altro bigliettino di Alice che l’aspetta a mezzanotte nella foresta di Windsor, vicino alla vecchia quercia, vestito da “Cacciatore Nero” con un copricapo dalle lunghe corna in testa. Falstaff (Bryn Terfel) cade ancora nel tranello.

Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff”, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff” con musiche di Giuseppe Verdi. Il libretto di Arrigo Boito è tratto da “Le allegre comari di Windsor” di Shakespeare e da in parte Enrico IV – Direttore d’orchestra: Gianluigi Gelmetti – Regia: Jean-Louis Grinda – Scenario: Rudy Sabounghi – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Naturalmente tutti sono al corrente. Seguendo una leggenda, Nanette si vestirà da “ Regina delle fate ”, e gli abitanti di Windsor si vestiranno da silfi, elfi, folletti, diavoli e vampiri. Il Signor Ford promette al Dr. Cajus di approfittare della situazione per dargli la nano di Nannetta, gli spiega come mascherarsi, e benedirà lui stesso l’unione. Ma Quickly ascolta la conversazione e informa le amiche. Fenton (Florian Laconi) è il primo a raggiungere la grande quercia al tramonto e Nannetta gli risponde, ma Alice li interrompe, e spiega loro come devono vestirsi per sconvolgere i progetti del marito.

Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff”, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff” con musiche di Giuseppe Verdi. Il libretto di Arrigo Boito è tratto da “Le allegre comari di Windsor” di Shakespeare e da in parte Enrico IV – Direttore d’orchestra: Gianluigi Gelmetti – Regia: Jean-Louis Grinda – Scenario: Rudy Sabounghi – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Con le sue grandi corna in testa, e un becco d’aquila, Falstaff (Bryn Terfel) incontra Alice (Aga Mikolaj), ma si ode un grido e nel buio della notte escono gli spiriti.

Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff”, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff” con musiche di Giuseppe Verdi. Il libretto di Arrigo Boito è tratto da “Le allegre comari di Windsor” di Shakespeare e da in parte Enrico IV – Direttore d’orchestra: Gianluigi Gelmetti – Regia: Jean-Louis Grinda – Scenario: Rudy Sabounghi – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Nannetta (Valérie Condoluci) circondata dai figuranti intona la canzone della Regina delle Fate.
Falstaff, terrorizzato, si mette col volto a terra per non vedere gli spiriti. E tutti ne approfittano per pungerlo e frustarlo con vimini e ortiche.

Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff”, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff” con musiche di Giuseppe Verdi. Il libretto di Arrigo Boito è tratto da “Le allegre comari di Windsor” di Shakespeare e da in parte Enrico IV – Direttore d’orchestra: Gianluigi Gelmetti – Regia: Jean-Louis Grinda – Scenario: Rudy Sabounghi – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Falstaff (Bryn Terfel) si pente e chiede perdono.

Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff”, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff” con musiche di Giuseppe Verdi. Il libretto di Arrigo Boito è tratto da “Le allegre comari di Windsor” di Shakespeare e da in parte Enrico IV – Direttore d’orchestra: Gianluigi Gelmetti – Regia: Jean-Louis Grinda – Scenario: Rudy Sabounghi – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Uno dei suoi aguzzini perde il cappuccio, e riconoscendo in lui il servitore Bardolph (Rodolphe Briant), Falstaff (Bryn Terfel) scopre la messa in scena. Tutti l’accusano e lui accetta il castigo e riconosce i suoi torti. Il Signor Ford (Fabio Capitanucci) rivela a Falstaff la sua vera identità e gli grida “ditemi ora chi è il cornuto”.

Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff”, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff” con musiche di Giuseppe Verdi. Il libretto di Arrigo Boito è tratto da “Le allegre comari di Windsor” di Shakespeare e da in parte Enrico IV – Direttore d’orchestra: Gianluigi Gelmetti – Regia: Jean-Louis Grinda – Scenario: Rudy Sabounghi – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Le comari travestono Bardolph (Rodolphe Briant) da sposa, lo affiancano al posto di Nannetta al Dr. Cajus (Enrico Facini) e avvisano il Signor Ford (Fabio Capitanucci) che c’è un’altra coppia da sposare. In realtà si tratta di Nannetta (Valérie Condoluci), celata dal vestito e dal velo, e del suo Fenton (Florian Laconi). Nell’oscurità della notte il Signor Ford non si accorge dello scambio e li dichiara sposati.

Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff”, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff” con musiche di Giuseppe Verdi. Il libretto di Arrigo Boito è tratto da “Le allegre comari di Windsor” di Shakespeare e da in parte Enrico IV – Direttore d’orchestra: Gianluigi Gelmetti – Regia: Jean-Louis Grinda – Scenario: Rudy Sabounghi – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Tutti si tolgono la maschera, ma ormai è troppo tardi, ha sposato la figlia con Fenton. Alle fine tutti si riconciliano ed anche il padre benedice l’unione, ma Falstaff non può fare a meno di ribattere “ Caro Signor Ford ditemi ora lo scornuto chi è ? “

Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff”, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “Falstaff” con musiche di Giuseppe Verdi. Il libretto di Arrigo Boito è tratto da “Le allegre comari di Windsor” di Shakespeare e da in parte Enrico IV – Direttore d’orchestra: Gianluigi Gelmetti – Regia: Jean-Louis Grinda – Scenario: Rudy Sabounghi – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Il libro della storia si richiude e Falstaff (Bryn Terfel) conclude “ Tutto nel mondo è burla ”.

L’Opéra de Monte-Carlo, La Bohème di Giacomo Puccini, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “La Bohème” di Giacomo Puccini – Direttore d’orchestra: Antonio Fogliani – Regia: Jean-Louis Pichon – Scenario: Alexandre Heyraud – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

È la vigilia di Natale. Il pittore Marcello (George Petan) e il poeta Rodolfo (Stefano Secco) si scaldano come possono in una povera soffitta.

L’Opéra de Monte-Carlo, La Bohème di Giacomo Puccini, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “La Bohème” di Giacomo Puccini – Direttore d’orchestra: Antonio Fogliani – Regia: Jean-Louis Pichon – Scenario: Alexandre Heyraud – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Giunge un amico filosofo Colline (Gabor Bretz), a sinistra, e il musicista Schaunard (Etienne Dupuis), al centro, con un cestino di viveri, trionfante per aver guadagnato qualche soldo. La festa è di breve durata, perché entra in scena il padrone di casa Benoît (Guy Bonfiglio), seduto al centro, che reclama l’affitto. Gli amici lo costringono a bere, e confessa ubriaco di tradire la moglie. Il pretesto che gli inquilini cercavano per metterlo con indignazione alla porta.

L’Opéra de Monte-Carlo, La Bohème di Giacomo Puccini, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “La Bohème” di Giacomo Puccini – Direttore d’orchestra: Antonio Fogliani – Regia: Jean-Louis Pichon – Scenario: Alexandre Heyraud – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Gli amici escono per il Caffé Momus, ma Rodolfo (Stefano Secco) si attarda per finire un articolo. Rimasto solo sente bussare la porta. È la vicina di casa Mimì (Inva Mula) che cerca una candela per accendere il lume spento. Poi la ragazza si sente male, è il primo sintomo della tisi che la porterà alla morte.

L’Opéra de Monte-Carlo, La Bohème di Giacomo Puccini, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “La Bohème” di Giacomo Puccini – Direttore d’orchestra: Antonio Fogliani – Regia: Jean-Louis Pichon – Scenario: Alexandre Heyraud – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Si alza per tornare a casa, ma si accorge d’aver perso la chiave che cercano al buio sul pavimento perché un colpo di vento ha spento entrambi i lumi. Rodolfo (Stefano Secco) la trova e la nasconde in tasca. Quando la sua mano incontra quella di Mimì (Inva Mula) il poeta manifesta il suo amore cantando “Che gelida manina” e le chiede di parlargli di lei.

L’Opéra de Monte-Carlo, La Bohème di Giacomo Puccini, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “La Bohème” di Giacomo Puccini – Direttore d’orchestra: Antonio Fogliani – Regia: Jean-Louis Pichon – Scenario: Alexandre Heyraud – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Mimì (Inva Mula) racconta che è una ricamatrice. Vive sola creando fiori finti. E l’atto si chiude con un duetto d’amore “O soave fanciulla”.

L’Opéra de Monte-Carlo, La Bohème di Giacomo Puccini, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “La Bohème” di Giacomo Puccini – Direttore d’orchestra: Antonio Fogliani – Regia: Jean-Louis Pichon – Scenario: Alexandre Heyraud – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

I due raggiungono gli amici al Caffè Momus. Mimì (Inva Mula) ha trovato l’amore ed è al colmo della felicità. Rodolfo (Stefano Secco) le ha appena regalato un copricapo rosso.

L’Opéra de Monte-Carlo, La Bohème di Giacomo Puccini, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “La Bohème” di Giacomo Puccini – Direttore d’orchestra: Antonio Fogliani – Regia: Jean-Louis Pichon – Scenario: Alexandre Heyraud – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Importante centro di ritrovo della città, il Caffè Momus è molto frequentato. Rodolfo (Stefano Secco) presenta Mimì (Inva Mula) agli amici.

L’Opéra de Monte-Carlo, La Bohème di Giacomo Puccini, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “La Bohème” di Giacomo Puccini – Direttore d’orchestra: Antonio Fogliani – Regia: Jean-Louis Pichon – Scenario: Alexandre Heyraud – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

A un certo punto entra in scena l’affascinante Musetta (Karen Vourc’h), in alto nella scena, che si fa mantenere dal ricco consigliere di stato Alcidoro (Jean-François Vinciguerra) seduto al centro.

L’Opéra de Monte-Carlo, La Bohème di Giacomo Puccini, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “La Bohème” di Giacomo Puccini – Direttore d’orchestra: Antonio Fogliani – Regia: Jean-Louis Pichon – Scenario: Alexandre Heyraud – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Vecchia fiamma del pittore Marcello (George Petan), Musetta (Karen Vourc’h) fa di tutto per attirare la sua attenzione. Intona una canzone provocante “Quando me’n vo” e si fa togliere con un prestesto lo stivaletto, scoprendo scandalosamente la caviglia. I due vecchi amanti fuggono insieme lasciando ad Alcidoro (Jean-François Vinciguerra) il conto da pagare.

L’Opéra de Monte-Carlo, La Bohème di Giacomo Puccini, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “La Bohème” di Giacomo Puccini – Direttore d’orchestra: Antonio Fogliani – Regia: Jean-Louis Pichon – Scenario: Alexandre Heyraud – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Nevica forte alla Barriera d’Enfer, dove Mimì (Inva Mula) ormai gravemente malata cerca Marcello che lavora in una taverna per dirgli che Rodolfo l’ha lasciata “O buon Marcello, aiuto !”. prova

L’Opéra de Monte-Carlo, La Bohème di Giacomo Puccini, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “La Bohème” di Giacomo Puccini – Direttore d’orchestra: Antonio Fogliani – Regia: Jean-Louis Pichon – Scenario: Alexandre Heyraud – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Marcello (George Petan) le spiega che Rodolfo (Stefano Secco) sta dormendo nella taverna. Poi questo si risveglia ed esce per cercare l’amico. Mimì (Inva Mula) si nasconde e ascolta la sua conversazione con Marcello. Apprende che l’ha lasciata solo perché lei possa trovare un altro uomo, più ricco, in grado d’alloggiarla meglio e salvarla dalla tubercolosi.

L’Opéra de Monte-Carlo, La Bohème di Giacomo Puccini, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “La Bohème” di Giacomo Puccini – Direttore d’orchestra: Antonio Fogliani – Regia: Jean-Louis Pichon – Scenario: Alexandre Heyraud – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Mimì (Inva Mula) rientra in scena e affronta Rodolfo (Stefano Secco) vorrebbero separarsi amichevolmente “Donde lieta uscì” ma il ricordo delle ore felici passate insieme, li inducono a rinviare l’addio alla primavera, alla stagione dei fiori. Nel frattempo Marcello e Musetta si separano dopo una lite violenta.

L’Opéra de Monte-Carlo, La Bohème di Giacomo Puccini, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “La Bohème” di Giacomo Puccini – Direttore d’orchestra: Antonio Fogliani – Regia: Jean-Louis Pichon – Scenario: Alexandre Heyraud – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

I protagonisti, da sinistra Marcello (George Petan), Musetta (Karen Vourc’h), Rodolfo (Stefano Secco), Colline (Gabor Bretz) e Schaunard (Etienne Dupuis) si ritrovano nella soffitta con Mimì (Inva Mula). Questa ha appena lasciato un ricco protettore ed è stata raccolta per strada, errante e indebolita, da Musetta.

L’Opéra de Monte-Carlo, La Bohème di Giacomo Puccini, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “La Bohème” di Giacomo Puccini – Direttore d’orchestra: Antonio Fogliani – Regia: Jean-Louis Pichon – Scenario: Alexandre Heyraud – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Capendo che la fine s’avvicina gli amici lasciano soli Mimì (Inva Mula) e Rodolfo (Stefano Secco) che rievocano nel duetto “Sono andati ?” il loro primo incontro ed i momenti felici. E il copricapo rosso che Rodolfo aveva tenuto per ricordo dopo la separazione da un attimo di gioia a Mimì.

L’Opéra de Monte-Carlo, La Bohème di Giacomo Puccini, Principato di Monaco

L’Opéra de Monte-Carlo: rappresentazione di “La Bohème” di Giacomo Puccini – Direttore d’orchestra: Antonio Fogliani – Regia: Jean-Louis Pichon – Scenario: Alexandre Heyraud – Orchestre Philarmonique de Monte Carlo.

Mimì (Inva Mula) si spegne dolcemente, come assopita, circondata dagli amici, che avevano rinunciato a un paio d’orecchini e a un mantello per comprare dei medicinali e chiamare il dottore.

error: Content is protected !!