Premnas biaculeatus

Famiglia : Pomacentridae

PEPPINO.gif
Testo © Giuseppe Mazza

 

Noto in Italia come Pesce pagliaccio marrone o Pesce pagliaccio spinoso, il Premnas biaculeatus (Bloch, 1790) appartiene alla classe degli Actinopterygii, i pesci con le pinne raggiate, all’ordine dei Perciformes ed alla famiglia dei Pomacentridae, che conta oltre 400 specie e 29 generi fra cui il Premnas, creato apposta per lui, visto che è l’unico pesce pagliaccio con spine sugli opercoli.

Il genere Premnas, assegnato nel 1829 da Cuvier, che riordinando il gruppo cambiò il nome originario di Chaetodon biaculeatus dato da Bloch nel 1790, è quello in greco di un pesce indeterminato, “πρέμνας”, che letteralmente significa tronco, virgulto, grosso ramo, gambo, forse per l’appendice che porta sulle guance.

Il nome specifico biaculeatus = con due aculei in latino, fa riferimento alle due vistose spine che questo pesce reca sull’opercolo.

Premnas biaculeatus

Il Premnas biaculeatus è il più grande pesce pagliaccio esistente, per lo più in simbiosi con la Entacmaea quadricolor © Giuseppe Mazza

Zoogeografia

Il Premnas biaculeatus è presente nell’Oceano Indiano e nel Pacifico occidentale. Lo troviamo in India, Isole Andamane, Birmania, Tailandia, Malesia, Indonesia, Filippine, Vietnam, e poi verso Sud a Palau, Papua Nuova Guinea, Micronesia, Isole Salomone, Australia, Vanuatu, Nuova Caledonia ed Isole Figi.

Ecologia-Habitat

Vive nelle acque calme delle lagune e sul lato interno delle barriere coralline, mai sotto i 16 m di profondità, dove trova la Entacmaea quadricolor, un anemone marino simbionte in cui si rifugia, come fanno gli Amphiprion, per evitare i predatori.

Morfofisiologia

Con 17 cm di lunghezza nelle femmine, il Premnas biaculeatus è il più grande pesce pagliaccio.

I maschi si fermano a 12-15 cm, salvo poi trasformarsi in femmine. Si tratta infatti di una specie ermafrodita proterandrica. Alla nascita i pesci sono infatti tutti maschi ma crescendo possono cambiar sesso. La loro livrea, da rosso brillante si fa allora più scura sui fianchi tendendo al marrone per finire quasi nera con l’età. Sono comunque presenti in entrambi i sessi tre fasce verticali bianche bordate di nero che avvolgono completamente il corpo. La prima, più larga sul capo, è a livello dell’opercolo, la seconda a circa metà del pesce in corrispondenza con la piccola depressione della pinna dorsale, e la terza sul peduncolo caudale.

In genere l’attinia ospita una sola coppia, ma se la Entacmaea quadricolor è di grosse dimensioni, ai coniugi, unici abilitati a riprodursi, possono aggiungersi altri maschi immaturi di taglia inferiore per formare una piccola comunità capeggiata dalla femmina. Quando questa muore, in poche settimane il maschio riproduttore diventa femmina, mentre il secondo maschio in gerarchia per taglia prende il suo posto.

La pinna dorsale reca 10 raggi spinosi e 17-18 molli, mentre l’anale conta 2 raggi spinosi e 13-15 molli e le pettorali hanno 16-18 raggi inermi. La bocca è protrattile, armata da piccoli denti aguzzi conici, ma la caratteristica peculiare di questa specie è la presenza, su entrambi i lati, di una vistosa spina sotto gli occhi, seguita da un pre-opercolo seghettato.

Premnas biaculeatus

Le femmine misurano anche 17 cm ma i maschi, se non cambiano sesso, s’accontentano di 12-15 cm. L’anemone ospita la coppia iniziale e giovani maschi non riproduttori. Si distingue dagli altri pesci pagliaccio, appartenenti al genere Amphiprion, per la presenza, su entrambi i lati, di una vistosa lunga spina sotto gli occhi © Giuseppe Mazza

Etologia-Biologia Riproduttiva

Il Premnas biaculeatus si nutre prevalentemente di plancton ed alghe bentoniche. Ripulisce inoltre l’anemone di piccoli crostacei parassiti fornendogli in cambio feci ricche d’azoto che nutrono le alghe simbionti dell’ospite. Infine l’ossigena col suo continuo movimento diurno intorno al rifugio, scacciando i pesci, come i Chaetodon, che mordicchiano i tentacoli e attirando l’attenzione con la vistosa livrea di pesciolini incuriositi che contribuiscono alla dieta della Entacmaea quadricolor. Il Pesce pagliaccio marrone, dal canto suo, è immune al veleno grazie a un muco protettivo.

La riproduzione avviene generalmente in un nido improvvisato alla base del supporto dell’anemone. Il coniuge, nell’indifferenza dei maschi di rango inferiore, feconda le 100-1000 uova incollate dalla femmina e monta la guardia ai predoni ventilandole con le pinne fino alla schiusa, che avviene in genere dopo 6-7 giorni in corrispondenza del plenilunio o della luna nera, quando la marea è al massimo e maggiore è la dispersione delle larve. Sono già in grado di nuotare e nascondersi dopo 1-2 settimane ed i piccoli hanno una speranza di vita di 6-10 anni.

Premnas biaculeatus

Ferme restando le tre bande verticali bianche orlate di nero, le femmine sono più scure sui lati, fin quasi al nero e depongono centinaia di uova che schiudono al plenilunio © Giuseppe Mazza

Il Premnas biaculeatus si è riprodotto in cattività, ma è un pesce d’acquario relativamente costoso, tanto più che occorre acquistarlo insieme all’anemone.

La resilienza della specie è mediocre, visto che occorrono 1,4-4,4 anni per raddoppiare gli effettivi decimati dagli eventi. L’indice di vulnerabilità, relativamente basso, segna oggi (2020) 27 su una scala di 100.

Sinonimi

Chaetodon biaculeatus Bloch, 1790; Lutianus trifasciatus Schneider, 1801; Holocentrus sonnerat Lacepède, 1802; Premnas unicolor Cuvier, 1829; Premnas semicinctus Cuvier, 1830; Sargus ensifer Gronow, 1854; Premnas gibbosus Castelnau, 1875; Premnas epigrammata Fowler, 1904.

 

→ Per nozioni generali sui pesci vedere qui.

→ Per apprezzare la biodiversità degli Osteichthyes, i PESCI OSSEI, e trovare altre specie, cliccare qui.

error: Content is protected !!