Agathis robusta

Famiglia : Araucariaceae


Testo © Pietro Puccio

 

La specie è originaria dell’Arcipelago Bismarck, Australia (Queensland orientale) e Papua Nuova Guinea dove cresce prevalentemente ai margini delle foreste pluviali su suoli generalmente poveri sabbiosi o derivati da rocce basaltiche e granitiche, dal livello del mare fino a circa 1600 m di altitudine.

Il nome del genere deriva dal greco “ἀγαθίς” (agathis) = gomitolo, con riferimento alla forma dei coni femminili; il nome della specie è l’aggettivo latino “robustus, a, um” = robusto, con ovvio riferimento.

Il tronco cilindrico dell’Agathis robusta raggiunge i 50 m d’altezza con un diametro basale di 2 m © Giuseppe Mazza

Nomi comuni: dundathu-pine, kauri pine, north Queensland kauri, Pacific kauri, smoothbark kauri, Queensland kauri, south Queensland kauri-pine (inglese).

L’Agathis robusta (C.Moore ex F.Muell.) F.M.Bailey (1883) è un albero monoico sempreverde con tronco eretto, cilindrico, fino a circa 50 m di altezza e 2 m di diametro nei vecchi esemplari in natura, con corteccia liscia o a scaglie, di colore da grigio bruno a bruno arancio, essudante una resina biancastra.

Le foglie, opposte o subopposte, sono semplici, lanceolate, con margine intero e apice acuto o acuminato nelle piante giovani, di 8-14 cm di lunghezza e 3-5 cm di larghezza, con apice acuto o ottuso, di 6-12 cm di lunghezza e 1-3 cm di larghezza nelle piante adulte.

Lamina coriacea di colore verde intenso lucido superiormente, più chiaro e opaco inferiormente, percorsa da numerose sottili venature longitudinali parallele.

I coni maschili, generalmente ascellari, sono solitari, cilindrici, di colore bruno giallastro a maturità, di 4-9 cm di lunghezza e 0,7-1,3 cm di diametro a maturità, con oltre 600 microsporofilli (foglie modificate che portano le sacche polliniche) imbricati, ciascuno con 2-8 sacche polliniche.

I coni femminili, su un robusto peduncolo, sono solitari, da cilindrici a globosi, di 8-15 cm di lunghezza e 8-10 cm di diametro, di colore bruno a maturità, con circa 400 scaglie imbricate pressoché triangolari.

Semi, ovoidi appiattiti, di circa 1,2 cm di lunghezza e 0,8 cm di larghezza, provvisti di due ali opposte diseguali, una lunga circa 2 cm e larga 1,5 cm, l’altra triangolare lunga circa 0,3 cm.

Sono riconosciute due sottospecie:

– Agathis robusta subsp. robusta – Sinonimio: Dammara robusta C.Moore ex F.Muell. (1850). Presente in Australia (Queensland orientale) e Papua Nuova Guinea dal livello del mare fino a circa 900 m di altitudine. Coni maschili fino a 0,9 cm di diametro e microsporofilli pressoché triangolari.

– Agathis robusta subsp. nesophila Whitmore (1980) – Sinonimo: Agathis spathulata de Laub. (1988). Presente nell’Arcipelago Bismarck e Papua Nuova Guinea tra 500 e 1600 m di altitudine. Coni  maschili di 0,9-1,3 cm di diametro con microsporofilli rombici.

Si riproduce per seme, appena interrato in terriccio drenante mantenuto umido, con tempi di germinazione di 1-4 settimane, il seme va messo a dimora nel più breve tempo possibile, avendo una durata di germinabilità di pochi mesi, a meno di non essere opportunamente conservato a temperature intorno a -18 °C, con germinabilità di alcuni anni. Può essere riprodotta anche per talea e micropropagazione.

Specie maestosa dal fogliame elegante, presente al margine delle foreste pluviali dell’Arcipelago Bismarck, Australia e Papua Nuova Guinea, è ampiamente utilizzata come ornamentale in grandi parchi e come alberatura stradale nelle regioni a clima tropicale e subtropicale. Resiste, in un clima temperato caldo, al freddo sporadico fino a -8 °C © Giuseppe Mazza

Specie maestosa ampiamente utilizzata come ornamentale in grandi parchi e come alberatura stradale nelle regioni a clima tropicale, subtropicale e temperato caldo, dove piante adulte hanno resistito a valori eccezionali di temperatura fino e circa -8 °C. Richiede pieno sole, ma sopporta una leggera ombreggiatura, e si adatta ad un’ampia varietà di suoli, da sabbiosi ad argillosi, da acidi ad alcalini, anche poveri, ma cresce più velocemente in terreni fertili ben drenati mantenuti pressoché costantemente umidi.

Il legno, di colore da crema a bruno chiaro, a grana fine, facile da lavorare e da rifinire, è stato in passato estesamente impiegato in Australia nelle costruzioni civili e navali, sopratutto per parti interne, essendo relativamente poco resistente agli agenti atmosferici, per mobili di pregio, strumenti musicali, nella produzione della carta, del compensato ecc., il suo utilizzato è continuato in Papua Nuova Guinea, ma in misura limitata, anche per la difficoltà di approvvigionamento, crescendo l’albero in luoghi di difficile accesso. La resina è occasionalmente raccolta per la produzione di vernici, collanti e colori.

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle ARAUCARIACEAE cliccare qui.

error: Content is protected !!